logo-semidef

Ara Pacis media la firma dell’Accordo “La Pace è Buona” per il rientro degli sfollati e la convivenza pacifica tra gli Aheli e i Tebu di Murzuq (Libia)

Condividi questo post
Si sono conclusi oggi due giorni di incontri mediati da Ara Pacis Initiatives for Peace culminati con la sottoscrizione dell’Accordo “La Pace è Buona”. L’accordo prevede il rientro degli sfollati e la convivenza pacifica tra gli Aheli e i Tebu di Murzuq nella regione del Fezzan, sud della Libia.

Si sono conclusi oggi due giorni di incontri mediati da Ara Pacis Initiatives for Peace culminati con la sottoscrizione dell’Accordo “La Pace è Buona”. L’accordo prevede il rientro degli sfollati e la convivenza pacifica tra gli Aheli e i Tebu di Murzuq nella regione del Fezzan, sud della Libia. L’intesa è stata siglata dal Vice Primo Ministro del Governo di Unità Nazionale, S.E. Ramadan Ahmed Boujenah; da Sheikh Abdel Salam Ramadan Abdel Hafeez, rappresentate della delegazione Aheli; da Sheikh Al-Lahouza Youssef Mahmoud, rappresentante della delegazione Tebu; da Ahmed Abu Darbala, rappresentante della Commissione per il rientro degli sfollati e la convivenza pacifica a Murzuq nominata dal Consiglio Presidenziale e dal Governo di Unità Nazionale libico; da Bin Issa Siddiq, Capo dell’Ufficio del Consiglio Presidenziale per il Sud; da Ibrahim Musbah Al-Hadi, Membro del Parlamento libico in veste di rappresentante del gruppo dei parlamentari del Fezzan; da Omar Hamed Hijazi, Presidente del Consiglio libico per le Libertà Pubbliche e i Diritti Umani; e, per la mediazione, dalla Presidente di Ara Pacis Maria Nicoletta Gaida.

La firma è avvenuta sotto gli auspici del Consiglio Presidenziale Libico e del Governo di Unità Nazionale e alla presenza del Vice Direttore Generale/Direttore Centrale per i Paesi del Mediterraneo e del Medio Oriente, Alfredo Conte. Hanno preso parte all’evento il Presidente della Fondazione MedOr, Marco Minniti e il Direttore di AICS Tunisi, Andrea Senatori.

Si tratta di un accordo storico, punto di arrivo di un percorso intrapreso nel 2019 con la firma della “Dichiarazione di Buone Intenzioni” – mediata anch’essa da Ara Pacis su richiesta delle parti – per il ripristino della fiducia e il rientro degli sfollati in uno sforzo congiunto di pace e coesistenza.

L’Accordo “La Pace è Buona” tra gli Aheli e i Tebu faciliterà il rientro delle famiglie sfollate a Murzuq e l’implementazione di una serie di progetti e iniziative volte allo sviluppo socio-economico della città attraverso il rafforzamento del settore agricolo, idrico, energetico, educativo, culturale e sanitario. Nei prossimi giorni Ara Pacis accompagnerà il Consiglio libico per le Libertà Pubbliche e i Diritti Umani in una serie di incontri accademici e istituzionali a sostegno di un programma per la sensibilizzazione sui Diritti dell’Uomo in Libia.

rimani aggiornato sulle nostre attività

Registrati alla newsletter

Il sito della Fondazione Pax Humana è in arrivo!

Sorry For The Inconvenience

English Version of the arapacis.org is under development​